studio-notarile-notaio-torino

Compito del notaio è verificare la corrispondenza tra il titolo di provenienza dell’immobile (presente nel contratto di mutuo) e la relativa nota di iscrizione al fine di evitare errori nella cancellazione.

Una volta stipulato l’atto di assenso a cancellazione ipotecaria, il notaio procederà alla cancellazione ipoteca presso l’Ufficio del Territorio (Servizio di Pubblicità Immobiliare) competente presentando il relativo annotamento (richiesta di cancellazione) unitamente alla copia autentica dell’atto di assenso.

Cancellazione ipotecaria a Torino e Moncalieri

martuccifavicon
A cosa serve la cancellazione dell’ipoteca

L’atto di assenso a cancellazione di ipoteca è un atto unilaterale. In pratica il notaio autentica il consenso alla cancellazione di ipoteca da parte della banca erogatrice di un mutuo ipotecario, una volta che il mutuo risulti estinto e cancella nei Registri Immobiliari la relativa ipoteca.
Attenzione: anche la Banca con l’estinzione del relativo debito, provvede alla cancellazione, con semplice comunicazione scritta all’Ufficio del Territorio: occorre però controllare che la pratica abbia avuto esito positivo, con apposite visure ai Registri Immobiliari. La Banca non può procedere ad una liberazione parziale dell’immobile ipotecato, né a cancellazione di ipoteche giudiziarie e/o ipoteche che non siano relative a mutui fondiari.

L’unico caso in cui non si deve procedere alla cancellazione è quando sono trascorsi più di vent’anni dall’iscrizione dell’ipoteca stessa.
Si procede normalmente alla cancellazione quando si intende vendere l’immobile, perchè l’acquirente ha il diritto di pretenderlo libero da ipoteche, o quando si vuole stipulare un nuovo mutuo con un’altra Banca, o, infine, quando il proprietario preferisce, comunque, che l’immobile sia libero da ipoteche.

cancellazione ipotecaria a torino

L’atto di assenso segue la normativa fiscale del mutuo stipulato:
es: se il mutuo è stato erogato da una Banca che ha applicato il DPR del 29 settembre 1973, n°601 (imposta sostitutiva del 2% o 0,25%), anche la cancellazione sarà esente da imposte di bollo , ipotecarie e di registro ai sensi di questa legge.
se invece il mutuo è stato erogato senza l’agevolazione ex Legge 601/73, anche la cancellazione della relativa ipoteca non sarà esente.

L’assenso alla cancellazione ipoteca può essere:
TOTALE
Viene cancellata totalmente l’ipoteca originariamente iscritta.
PARZIALE
Viene svincolata solo una parte degli immobili assoggettati ad ipoteca. In questo caso è necessario avere una precisa descrizione anche catastale dell’immobile/i da svincolare.

Atto di assenso a cancellazione ipotecaria
Nella parte iniziale dell’atto, il notaio identifica il responsabile della Banca delegato a rappresentarla.
Di seguito il rappresentante della Banca da atto dell’ avvenuta estensione del mutuo erogato dalla Banca medesima (in atto vengono riportati gli estremi della pratica di mutuo ed il suo importo) e da il consenso alla cancellazione dell’ipoteca iscritta (in atto vengono riportati gli estremi di iscrizione dell’ipoteca facendo riferimento all’originario contratto di mutuo stipulato).
Le spese e le tasse relative alla redazione dell’atto e alle formalità conseguenti sono a carico della parte richiedente la cancellazione dell’ipoteca.

Cancellazione ipotecaria con il notaio Filippone: tutto ciò che devi sapere per liberare il tuo immobile

La cancellazione ipotecaria è un processo fondamentale per liberare il proprio immobile da eventuali vincoli e garanzie finanziarie. Per procedere con la cancellazione, è necessario seguire alcune procedure specifiche. Innanzitutto, bisogna ottenere una dichiarazione di estinzione dell’ipoteca da parte del creditore o della banca che ha concesso il prestito. Successivamente, è importante rivolgersi ad un notaio o uno studio notarile specializzato nella materia, come lo Studio Notarile a Torino e Moncalieri del notaio Filippone, per redigere l’atto di cancellazione ipotecaria.

Il notaio si occuperà di verificare che tutti i documenti siano corretti e che non vi siano debiti o controversie legate all’immobile. Infine, sarà compito del notaio presentare l’atto di cancellazione al registro immobiliare competente per l’effettiva eliminazione dell’ipoteca. La cancellazione ipotecaria è un passaggio cruciale per garantire la piena proprietà dell’immobile e poter disporre liberamente del proprio patrimonio.

Vantaggi della cancellazione ipotecaria

Il Cliente riceve copia dell’atto di assenso alla cancellazione dell’ipoteca, copia dell’avvenuta cancellazione dell’ipoteca presso l’Agenzia del Territorio. Esiste pertanto, il controllo da parte di un professionista abilitato, che l’intera pratica abbia avuto un esito positivo, con il controllo dei poteri del rappresentante della Banca che ha acconsentito alla cancellazione dell’ipoteca, previo controllo e visure ipotecarie inerenti l’immobile. Nel caso di cancellazione bancaria, esiste soltanto una lettera su carta intestata della Banca firmata da un Funzionario della banca stessa, che viene recapitata per posta all’Agenzia del Territorio, con i conseguenti rischi di mancata evasione della pratica, firme non conformi e/o falsificate, etc. etc…

Documentazione da presentare
• contratto di mutuo con bollettino di pagamento dell’ultima rata o eventualmente estinzione anticipata del mutuo;
• atto di compravendita;
• carta d’identità e codice fiscale.

Tariffe notarili
Per avere un preventivo scriveteci a: pmartucci@notariato.it, mfilippone@notariato.it.
Approfondimenti sulla compravendita:
L’ipoteca sulla tua casa

Come procedere con l'ipoteca sulla tua casaQuando si procede con l’ipoteca sulla propria casa, è importante seguire alcuni consigli utili e informazioni pratiche per garantire un processo senza intoppi. Inizialmente, è fondamentale rivolgersi a un notaio o uno studio...

leggi tutto
Promemoria per il compratore

PROMEMORIA PER IL COMPRATOREIn questa pagina viene illustrato cosa deve fare il compratore dopo aver comperato un immobile.PAGAMENTO DELL’IMUIl compratore deve pagare l’IMU per tutti i mesi di possesso nell’anno. Il mese è computato per intero in capo al soggetto che...

leggi tutto
Promemoria per il venditore

PROMEMORIA PER IL VENDITOREIn questa pagina viene illustrato cosa deve fare il venditore dopo aver venduto un immobile.PAGAMENTO DELL’IMUIl venditore deve pagare l’IMU dovuta per tutti i mesi di possesso nell’anno. Il mese nel quale la titolarità si è protratta solo...

leggi tutto
Documentazione per la compravendita

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER LA COMPRAVENDITAPARTE VENDITRICEse società: Carta d’identità del legale rappresentante – atti con i quali sono stati attribuiti i poteri (delibera del C.D.A., procura…) – statuto/patti sociali – visura camerale e/o visura che può...

leggi tutto
La disciplina fiscale

LA DISCIPLINA FISCALEin relazione all’agevolazione per l’acquisto delle prima casaLa parte acquirente deve dichiarare di essere residente nel comune dove l’immobile è acquistato ovvero si deve impegnare a trasferirvi la residenza entro 18 mesi oppure che l’immobile è...

leggi tutto
Atto notarile di compravendita: cosa contiene

ATTO NOTARILE DI COMPRAVENDITA: COSA CONTIENEL’introduzione contiene l’identificazione delle parti e le verifiche notarili sulla loro identità e sulla loro legittimazione di intervenire all’atto, nonchè il luogo e la data di stipula, la presenza o l’assenza dei...

leggi tutto
Le fasi dell’acquisto immobiliare

LE FASI DELL'ACQUISTO IMMOBILIARECONTRATTO PRELIMINARE ("COMPROMESSO") Dopo aver individuato l’immobile da acquistare (tramite Agenzia e/o direttamente) si dovrà sottoscrivere una proposta unilaterale di acquisto e/o un contratto preliminare di acquisto (gli impegni...

leggi tutto
Modalità tra notaio e agente immobiliare

modalità tra notaio e l'agente immobiliareCOSA FA IL NOTAIOIl notaio esiste negli ordinamenti di diritto civile allo scopo di fornire assistenza e consulenza alle parti nei contratti che hanno un maggiore impegno economico e una maggiore importanza sociale, come...

leggi tutto
×